Chi siamo

Relatrice a congressi internazionali sulle patologie del colon, retto e ano, la Dott.ssa Prof.ssa Elisabetta Radice è autrice di pubblicazioni su riviste indicizzate con alti IP.
Dall’esperienza presso la Mayo Clinic, la Prof.ssa Radice ha elaborato un modello di Unità di sanguinamento rettale per prevenire o diagnosticare in maniera precoce i tumori del grosso intestino in cui il paziente con il sintomo di sangue rosso vivo nelle feci viene accompagnato a un percorso diagnostico-terapeutico che prevede una visita proctologica (anamnesi ed esplorazione rettale), anoscopia, rettoscopia e sigmoidoscopia in un unico primo tempo e successivamente ad eventuale colonscopia se necessaria. Alla prima visita sarà possibile effettuare una diagnosi differenziale tra le varie malattie colo- proctologiche e proseguire all’intervento terapeutico che può essere farmacologico o chirurgico.

Colonscopie, patologie del colon, chirurgia

Patologie individuate

Le patologie individuate sono rappresentate da: emorroidi, ragadi anali, fistole anale semplici e complesse, ascessi perianali e glutei, cisti sacro coccigee, polipi del colon, condilomi anali, prolasso del retto, tumori benigni e maligni. In ambulatorio le emorroidi di 2 e 3 grado vengono trattate mediante legatura elastica senza preparazione. Eventuali trombi emorroidari vengono escissi in anestesia locale. Per emorroidi di IV grado si programma un intervento chirurgico in day surgery seguendo un percorso di pre-ricovero, mentre per patologie più complesse come i tumori viene programmato un ricovero in regime di ricovero ordinario.

proctologo, screening del cancro, idrocolonterapia

Tecniche innovative

Anche patologie funzionali come stipsi e incontinenza sono trattate secondo le linee guida internazionali più accreditate e innovative come l’uso della radiofrequenza, tecnica conservativa e ambulatoriale nei pazienti con incontinenza anale.